a project by ICCG
 

Il Festival

 

Il Think Forward Film Festival nasce a Venezia nel 2011 con l’obiettivo di approfondire, discutere e divulgare, attraverso cortometraggi e lungometraggi, il tema dei cambiamenti climatici e le questioni legate all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili.

Il Think Forward Film Festival è un progetto dell’International Center for Climate Governance (ICCG), un’iniziativa congiunta della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) e della Fondazione Giorgio Cini, oggi centro di ricerca di fama internazionale sui cambiamenti climatici e sulle tematiche legate alla governance del clima.

Il festival presenterà film e documentari oltre ad una selezione dei migliori cortometraggi del concorso. Non mancheranno eventi collaterali come dibattiti ed incontri con registi ed attori. Alcune attività verranno dedicate alle scuole con l'obiettivo di informare gli studenti e gli insegnanti sulle tematiche legate ai cambiamenti climatici e alle energie rinnovabili sia per accrescere la loro consapevolezza che per alimentare il dibattito sul tema tra i giovani.

Il Think Forward Film Festival ha fatto della sostenibilità il suo principio fondante, per esempio ponendo particolare attenzione alla stampa in carta riciclata con certificazione FSC, ricorrendo a catering a chilometro zero e prediligendo dal punto di vista organizzativo le modalità di comunicazione digitale agli spostamenti in aereo.

L’ingresso a tutte le iniziative e proiezioni è libero e gratuito, fino ad esaurimento posti.


L'immagine dell'edizione 2014

Le scelte di consumo che portiamo sulla nostra tavola sono il fulcro attorno a cui ruota l’immagine del Think Forward Film Festival 2014. La sostenibilità dei consumi quotidiani è un tema fondamentale per fronteggiare i cambiamenti climatici e soprattutto un aspetto su cui ognuno di noi può dare il proprio diretto contributo. Ci piace inoltre l’idea di lanciare un volano a quello che sarà il tema caldo dell’Expò 2015: garantire cibo e acqua per tutti in modo sostenibile per il Pianeta.

Il messaggio che il Festival desidera lanciare questo anno è quindi un invito a scegliere con responsabilità ciò che mangiamo, beviamo e consumiamo in senso più lato.

L’idea creativa gioca sulla percezione che abbiamo di quanto i nostri consumi influiscano sul clima e gli ecosistemi. Per sottolineare il collegamento diretto tra consumi e cambiamenti climatici, come in un gioco ottico, nei nostri consumi alimentari possiamo scorgere elementi che richiamano direttamente il clima e le energie.

I colori intensi e lo stile essenziale ma deciso richiamano la Pop Art, che rivolge la sua attenzione agli oggetti della società dei consumi. Le tele di sfondo sono tovaglie dai colori accesi: il contesto quotidiano in cui operiamo piccole scelte che influiscono sul futuro del pianeta.

 

2014 TFFF - poster